fbpx

ottenere l'invalidità e l'indennità di accompagnamento

Il nostro obiettivo è farti conseguire quello che ti spetta con semplicità.

Tuteliamo la tua persona

Molte volte l’invalidità, l’indennità di accompagnamento o la 104 non vengono riconosciute per errori burocratici. 

Lo Studio Legale Rosetta unisce professionisti specializzati in materia da oltre 10 anni per permettere a chi ne ha diritto di essere ascoltati e seguiti personalmente.

Oggi il riconoscimento di una indennità mensile può davvero fare la differenza per molte famiglie. Le persone fragili hanno bisogno di un forte sostegno e per questo ci prendiamo cura di ogni singolo caso.

Qual è il tuo caso?

Mancata convocazione a visita


Hai presentato una domanda per l’invalidità, sono passati più di 4 mesi e non ti hanno ancora chiamato a visita? Chiedere la verifica del grado di invalidità è un tuo diritto! Potremo presentare direttamente il ricorso e sarà il Tribunale a nominare un medico imparziale che valuterà la tua situazione.

Mancata convocazione a visita

Hai presentato una domanda per l’invalidità, sono passati più di 4 mesi e non ti hanno ancora chiamato a visita? Chiedere la verifica del grado di invalidità è un tuo diritto! Potremo presentare direttamente il ricorso e sarà il Tribunale a nominare un medico imparziale che valuterà la tua situazione.

Riconoscimento dell’invalidità al 100% senza accompagnamento

Ti è stato riconosciuto il 100% di invalidità ma non l’indennità di accompagnamento? Hai diritto a contestare il verbale dell’Inps e chiedere in Tribunale l’indennità di accompagnamento pari a circa 525 euro al mese, oltre alle mensilità arretrate.

Riconoscimento dell’invalidità al 100% senza accompagnamento

Ti è stato riconosciuto il 100% di invalidità ma non l’indennità di accompagnamento? Hai diritto a contestare il verbale dell’Inps e chiedere in Tribunale l’indennità di accompagnamento pari a circa 525 euro al mese, oltre alle mensilità arretrate.

Mancato riconoscimento dell’accompagnamento a seguito di chemioterapia

Gli effetti collaterali della chemioterapia condizionano il vivere quotidiano. Per questo la Corte di Cassazione ha sancito il diritto all’indennità di accompagnamento dei malati oncologici in chemioterapia.

Mancato riconoscimento dell’accompagnamento a seguito di chemioterapia

Gli effetti collaterali della chemioterapia condizionano il vivere quotidiano. Per questo la Corte di Cassazione ha sancito il diritto all’indennità di accompagnamento dei malati oncologici in chemioterapia.

il metodo

Fase 1
- La verifica

Ti basterà inviare copia del verbale sanitario di diniego amministrativo e riceverai una valutazione senza impegno ed entro 24 ore.

Fase 2
- Il ricorso

Dopo la valutazione dei nostri esperti, verrà predisposto il ricorso dinanzi al Tribunale competente per ottenere una nuova valutazione delle condizioni di invalidità.

Fase 3
- La liquidazione

Lo Studio Legale invierà per te la documentazione amministrativa - senza dover fare file o attendere tempi amministrativi non necessari - per la liquidazione della prestazione.

Ai clienti dello Studio Legale Rosetta viene sempre fornito un documento scritto a conferma delle valutazioni degli esperti e un preventivo. Lo Studio Legale terrà inoltre sempre aggiornato il cliente sullo stato di avanzamento della pratica.

Il primo appuntamento di confronto e chiarimento potrà avvenire sia di persona che tramite videochiamata con WhatsApp, Skype Microsoft Teams, senza l’esigenza di muoversi da casa.

Perché scegliere
lo Studio Legale Rosetta

Primo contatto senza impegno

Rispondiamo in 24 ore

Ti seguiamo anche a distanza, senza dover uscire da casa

Seguiamo tutta la pratica insieme a medici legali specializzati

Dicono di noi

– Marcello L.
Leggi Tutto
Mi sono rivolto allo studio legale Rosetta perché consigliato da altri amici, avevo un problema di lavoro in nero e avevo bisogno di qualcuno che tutelasse i miei interessi. Conosciuto di persona e parlato del mio problema, ha saputo subito conquistare la mia fiducia, sapendomi consigliare al meglio, con un risultato finale che mi ha soddisfatto sia sul lato umano che su quello economico.
– Luca D.
Leggi Tutto
Mi sono rivolto all’Avvocato Rosetta in quanto avevo avuto dei contenziosi con l’INPS e grazie alla sua professionalità mi ha prima spiegato che cosa avrebbe fatto nel merito della questione e poi mi ha mostrato quali erano i motivi per i quali tutto sarebbe andato per il meglio. Come poi è stato. Consigliato al 100%.
– Roberto V.
Leggi Tutto
I miei problemi al lavoro erano il licenziamento e il recupero degli interessi su prestiti estinti. Facendo causa alla controparte, ho avuto buoni risultati. È bravissimo.
– Davide C.
Leggi Tutto
Avevo un problema da risolvere in merito ad una invalidità di mio figlio. Dopo averlo contattato ad ogni nostro colloquio ha saputo consigliarmi per il meglio, tenendomi sempre informato sull'andamento della causa. Il giudizio complessivo che voglio dare è assolutamente positivo, è un Avvocato serio, molto professionale, sempre gentile e disponibile per ogni evenienza.
– Cosmo V.
Leggi Tutto
Ho rivenuto alcune cartelle esattoriali di somme considerevoli emesse per errore da Equitalia. Con estrema professionalità e disponibilità, mi ha seguito e supportato in ogni contenzioso, aggiungendo sempre qualsiasi possibile elemento per gestire al meglio le situazioni createsi. Ad oggi ogni contenzioso si è concluso con nostro successo. Veramente un ottimo professionista in termini di conoscenze giuridiche, umanità, trasparenza ed onestà.
Precedente
Successivo

Come funziona

Il ricorso dovrà essere presentato al Tribunale competente entro il termine di 6 mesi dal ricevimento del verbale sanitario.
L’elenco dei documenti può variare in base alla prestazione richiesta, ma usualmente sono necessari:
  • – il verbale sanitario;
  • – un atto notorio idoneo a certificare situazioni soggettive reddituali per fruire delle prestazioni richieste (facilmente reperibile presso le circoscrizioni comunali);
– la documentazione medica.
Assolutamente si. Durante la visita medico legale disposta dal Tribunale è facoltà del ricorrente farsi assistere da un medico di sua fiducia. Nel caso in cui non si disponga di un proprio consulente sarà nostra premura indicarti i contatti di professionisti del settore.
Con la riforma del 2012 si sono notevolmente ridotti i termini di definizione del giudizio. Ora l’iter legale diretto all’accertamento dell’invalidità civile può durare dai 6 ai 9 mesi.
Nelle cause in materia di previdenza ed assistenza obbligatoria sono previste delle agevolazioni in base alla situazione reddituale del richiedente.
Se il richiedente rinuncia a presentare il ricorso perderà automaticamente tutte le mensilità arretrate (circa 525 euro/mese) a cui potrebbe invece avere diritto in caso di riconoscimento giudiziale della prestazione. Pertanto, qualora ne ricorrano le condizioni, è sempre utile presentare il ricorso.

Informati sui tuoi diritti

Chi siamo

Lo Studio Legale nasce dall’idea dell’Avv. Antonio Rosetta di creare un punto di riferimento nella tutela del lavoro e delle invalidità.

Utilizziamo la tecnologia al servizio dei nostri clienti, per permettere di essere seguiti e tutelati anche a distanza. Promuoviamo l’utilizzo delle prove digitali e delle azioni collettive per lo sviluppo di un dialogo più consapevole tra i cittadini e il mondo delle imprese.

L’obiettivo dello Studio Legale è quello di rendere maggiormente accessibile lo strumento delle prove digitali, tipico delle indagini penali, spesso limitato a soggetti con forti disponibilità economiche.

Crediamo in un approccio rivolto all’ascolto dei nostri clienti ed al raggiungimento di una tutela effettiva.

Studio Legale Rosetta Chat
Invia su WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

per rimanere sempre aggiornato su casi e tematiche