Quali documenti servono per ottenere l’indennità di accompagnamento?

In questo articolo spiegheremo quali sono i documenti necessari per richiedere l’indennità di accompagnamento e quali sono invece i documenti consigliati per ottenerla ed aumentare le tue possibilità di successo.

Share:

Questa è una guida dettagliata che ti indicherà quali documenti servono per richiedere ed ottenere l’indennità di accompagnamento. Il supporto di cui hai bisogno per evitare lungaggini amministrative e complicazioni burocratiche ed aumentare le tue probabilità di successo per ricevere l’aiuto finanziario che ti spetta.

Indice

1. Requisiti per l’Indennità di Accompagnamento

L’art. 1 della legge 18/1980 stabilisce due requisiti alternativi per poter beneficiare dell’indennità di accompagnamento: non essere in grado di svolgere gli atti quotidiani della vita oppure non essere in grado di deambulare autonomamente. L’indennità di accompagnamento è una prestazione economica che viene erogata mensilmente per dodici mensilità. Per il 2023 l’importo dell’indennità di accompagnamento è di € 527,16.

Guida al TFR: 8 cose da sapere

2. I Documenti che servono per richiedere l’indennità di accompagnamento.

I documenti necessari per avviare l’iter amministrativo di richiesta dell’indennità di accompagnamento sono principalmente due: il certificato medico denominato Modello SS3 e la domanda di invalidità civile.

Per un approfondimento ti invitiamo a leggere il nostro articolo: 5 passi per richiedere l’invalidità civile.

2.1 Il Certificato Medico Modello SS3

Il primo documento che ti serve per richiedere l’indennità di accompagnamento è il certificato medico denominato modello SS3. Il soggetto preposto alla compilazione e trasmissione esclusivamente telematica è il medico curante. Questo certificato contiene le tue informazioni anagrafiche, una descrizione dettagliata delle patologie sofferte e, soprattutto, l’indicazione precisa della prestazione che stai richiedendo all’INPS (handicap, invalidità civile, cecità, sordomutismo o disabilità). Il medico curante provvedere a trasmettere il certificato all’Inps rilasciando copia dell’attestato di trasmissione. Questo certificato ha una validità di 90 giorni, pertanto entro 90 giorni dovrà essere presentata la domanda di invalidità civile, diversamente il certificato scadrà e dovrà essere nuovamente rilasciato.

2.3 La domanda di invalidità civile

La domanda di invalidità civile è un documento esclusivamente telematico. Può essere inviato attraverso vari canali, tra cui patronati, associazioni di categoria, liberi professionisti o autonomamente sul portale dell’INPS accedendo attraverso le credenziali SPID o della carta di identità elettronica.

3. Documenti medici per ottenere l’indennità di accompagnamento.

Per aumentare le probabilità di ottenere l’indennità di accompagnamento, è molto importante produrre la documentazione giusta.

Innanzitutto i documenti medici devono essere aggiornati e datati non oltre i tre anni. Devono essere specifici per le patologie sofferte, preferibilmente rilasciati da strutture sanitarie pubbliche. In particolare, sono molto utili valutazioni come la valutazione geriatrica multidimensionale, la valutazione neurologica e la valutazione psichiatrica, documenti che attestino non solo la situazione clinica ma anche il livello di autonomia e di compromissione della stessa.

4. Conclusione

Ora hai tutte le informazioni necessarie per richiedere ed ottenere l’indennità di accompagnamento. Tuttavia, è importante ricordare che ogni situazione è unica. Se hai bisogno di assistenza personalizzata o ulteriori dettagli, ti consigliamo di consultare uno specialista o uno studio legale esperto.

Se l’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, faccelo sapere premendo sull’icona del like scorrendo in basso.

Vuoi parlare con un esperto? Vuoi far valutare il tuo caso o avere maggiori informazioni? Scrivici qui.

Se vuoi saperne di più su questo tema, segui lo Studio Legale Rosetta su Instagram, Facebook e YouTube. Potrai scoprire molti altri esempi e informazioni utili riguardanti l’indennità di accompagnamento.

Seguici anche sui social

Indice

Indice

Se vuoi leggere ulteriori nostri articoli li trovi qui

SHARE

Logo Studio Legale Rosetta

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio Legale Rosetta Chat
Invia su WhatsApp

Per le imprese

Per i privati

Per le no profit

Per avvocati e consulenti del lavoro

Per i pratonati

Per l'organizzazione di convegni o eventi formativi

Servizi e Collaborazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

per rimanere sempre aggiornato su casi e tematiche