Posso essere pagato con i voucher?

Posso essere pagato con i voucher? - Studio Legale Rosetta

Share:

Sei alla ricerca di un lavoro e ti hanno proposto di lavorare venendo pagato tramite voucher?

Fai attenzione, il pagamento tramite i c.d. “voucher INPS” è possibile solo al ricorrere di determinate circostanze.

L’utilizzo dei voucher INPS, infatti, è previsto solo nell’ambito delle prestazioni occasionali.

Questo tipo di prestazioni sono articolate nel “libretto di famiglia” (LF) e nel “contratto di prestazione occasionale” (CPO).

Il libretto di famiglia (LF) è un libretto nominativo prefinanziato, composto da titoli di pagamento (i voucher) del valore pari a € 10,00 necessari a compensare un’ora di lavoro. 

I voucher, quindi, possono essere utilizzati solo per remunerare attività previste nell’ambito del libretto di famiglia.

Punti Salienti

Per quali attività si può utilizzare il libretto di famiglia?

Il libretto di famiglia (LF) può essere utilizzato per acquistare le seguenti prestazioni di lavoro:

  1. Piccoli lavori domestici, compresi lavori di giardinaggio, di pulizia o di manutenzione;
  2. Assistenza domiciliare ai bambini o agli anziani, ammalati o con disabilità;
  3. Insegnamento privato supplementare.

Ma cosa si intende per prestazioni occasionali?

Le prestazioni occasionali sono attività lavorative rese dal prestatore in favore di uno o più utilizzatori che, nel corso dell’anno civile, non possono superare i seguenti importi:

  1. € 5.000 per ciascun prestatore con riferimento alla totalità degli utilizzatori;
  2. € 5.000 per ciascun utilizzatore con riferimento alla totalità dei prestatori;
  3. € 2.500 per le prestazioni rese da ogni prestatore in favore dello stesso utilizzatore.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

Quali sono le differenze tra Libretto di Famiglia e Contratto di prestazione occasionale?

Il libretto di famiglia (LF) può essere utilizzato solamente da persone fisiche, non nell’esercizio dell’attività professionale o d’impresa. Al contratto di prestazione occasionale (CPO) invece possono far ricorso i lavoratori autonomi, le imprese, le associazioni ed enti privati e, infine, le Pubbliche Amministrazioni.

Conclusioni

Se ti propongono di lavorare ed essere pagato mediante voucher ricorda sempre di:

  1. Verificare se l’attività richiesta può essere svolta con libretto di famiglia (LF);
  2. Considerare che l’attività lavorativa dovrà essere occasionale e, in ogni caso, non potrà superare l’importo complessivo di € 2.500,00 con il medesimo utilizzatore.

Se l’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, faccelo sapere premendo sull’icona del cuore.

Vuoi parlare con un esperto? Vuoi far valutare il tuo caso o avere maggiori informazioni? Scrivici qui.

Hai bisogno di una consulenza?

Nota bene

Il presente articolo ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale sulle ultime novità normative e giurisprudenziali relative ai temi trattatati dallo Studio Legale. 
Di conseguenza, non costituisce un parere legale né può in alcun modo considerarsi come sostitutiva di una specifica consulenza legale. 

Photo by Volha Flaxeco on Unsplash

Se vuoi leggere ulteriori nostri articoli li trovi qui

SHARE

Logo Studio Legale Rosetta

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

2 risposte

  1. Pingback: nagaqq gabung

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Studio Legale Rosetta Chat
Invia su WhatsApp

Per le imprese

Per i privati

Per le no profit

Per avvocati e consulenti del lavoro

Per i pratonati

Per l'organizzazione di convegni o eventi formativi

Servizi e Collaborazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

per rimanere sempre aggiornato su casi e tematiche