fbpx

Quando il datore può rivolgersi a un investigatore privato?

Condividi l'articolo

Con una recente pronuncia la Corte di Cassazione è tornata ad occuparsi del tema dei controlli datoriali tramite agenzie investigative.

Si tratta di una decisione particolarmente chiara nell’individuare i limiti ai controlli investigativi, che merita perciò di essere esaminata.

Punti Salienti

Il ricorso alle agenzie investigative

La giurisprudenza è più volte intervenuta per stabilire se, nei casi di volta in volta esaminati, le prove assunte dal datore di lavoro – grazie ad un investigatore privato – potessero essere utilizzate per giustificare un licenziamento.

Non sempre, infatti, il datore di lavoro può legittimamente far controllare i dipendenti attraverso agenzie investigative.

Ne avevamo parlato anche nel precedente articolo “Quando sono lecite le investigazioni del datore di lavoro? Il caso dei lavoratori che andavano a fare la spesa”.

Hai bisogno di una consulenza?

Il caso esaminato

Il dipendente di una banca veniva licenziato per essersi allontanato dal luogo di lavoro al fine di svolgere attività del tutto estranee alle sue mansioni.

In particolare, il datore di lavoro, grazie ad un investigatore privato, aveva registrato la presenza del dipendente in supermercati e palestre durante l’orario di lavoro.

Il dipendente licenziato impugnava la decisione della banca ma, sia il Tribunale che la Corte d’Appello, confermavano il licenziamento.

Il dipendente ricorreva quindi in Cassazione lamentando l’illegittimità dei controlli effettuati mediante investigatore privato.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato

La decisione della Cassazione

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 25287 del 24.08.2022, accoglie il ricorso del lavoratore riconoscendo l’illegittimità dei controlli mediante investigatore privato.

Questo perché, nel caso in questione, l’investigatore privato aveva registrato solamente un inadempimento della prestazione lavorativa e non il compimento di un illecito da parte del dipendente.

Per i giudici, infatti, il ricorso ai controlli con agenzie investigative è lecito solo se il dipendente ha compiuto degli illeciti o vi sia un sospetto che questi siano in corso di esecuzione.

I controlli con investigatore sono legittimi, ad esempio, per verificare se durante l’orario di lavoro il dipendente lavori per un altro soggetto, oppure per accertare falsi certificati di malattia.

In conclusione

I controlli del datore di lavoro mediante investigatore privato sono legittimi solo se finalizzati all’accertamento di atti illeciti.

Al contrario, se i controlli sono volti solamente a verificare il corretto adempimento della prestazione lavorativa, sono illegittimi, e non possono essere utilizzati per giustificare una sanzione disciplinare.

Se l’articolo ti è piaciuto o ti è stato utile, faccelo sapere premendo sull’icona del cuore.

Vuoi parlare con un esperto? Vuoi far valutare il tuo caso o avere maggiori informazioni? Scrivici qui.

Nota bene

Il presente articolo ha il solo scopo di fornire informazioni di carattere generale sulle ultime novità normative e giurisprudenziali relative ai temi trattatati dallo Studio Legale. 
Di conseguenza, non costituisce un parere legale né può in alcun modo considerarsi come sostitutiva di una specifica consulenza legale. 

Photo by Craig Whitehead on Unsplash

Condividi l'articolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email

Post correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le ultime news

Come si legge il verbale di invalidità civile? - Studio Legale Rosetta
Come si legge il verbale di invalidità civile?
Il fenomeno delle grandi dimissioni - Studio Legale Rosetta
Il fenomeno delle grandi dimissioni
Mi voglio dimettere, come incide la cessione del quinto? - Studio Legale Rosetta
Mi voglio dimettere, come incide la cessione del quinto?

Iscriviti alla nostra newsletter

Studio Legale Rosetta Chat
Invia su WhatsApp

Per le imprese

Per i privati

Per le no profit

Per avvocati e consulenti del lavoro

Per i pratonati

Per l'organizzazione di convegni o eventi formativi

Servizi e Collaborazioni

Iscriviti alla nostra newsletter

per rimanere sempre aggiornato su casi e tematiche